Valeggio Sul Mincio

  • Valeggio sul Mincio, Associazione Città Murate del Veneto
  • Valeggio sul Mincio, Associazione Città Murate del Veneto
  • Valeggio sul Mincio, Associazione Città Murate del Veneto
  • Valeggio sul Mincio, Associazione Città Murate del Veneto

Cenni Storici

Nel 1284 Alberto della Scala rafforzò il Castello di Valeggio sul Mincio, che risaliva già al X secolo. Tra il 1331 ed il 1348, sempre sotto gli Scaligeri, il Fortilizio di Borghetto fu rafforzato e cinto da un vallo. Tra il 1345 ed il 1359 Mastino II e poi Cangrande II costruirono il Serraglio ed ampliarono il Castello. Nel 1392-93 Gian Galeazzo Visconti, su progetto dell’ingegnere militare Domenico Fiorentino fece costruire il Ponte-diga.

Monumenti

- Il Castello con la Torre Tonda (da marzo ad ottobre – domenica e festivi – indicativamente 10,00 – 13,00 e 15,00 – 18,00 – salita alla sommità del mastio delle due torri laterali).
- Ponte Visconteo (visitabile esternamente).
- Mura di Borghetto (visibili esternamente).
- Chiesa di San Marco Evangelista (visitabile prima e dopo le cerimonie religiose).
- Chiesa di San Pietro in Cattedra (visitabile prima e dopo le cerimonie religiose).
- Palazza Guarienti.
- Parco Sigurtà (da marzo a novembre – tutti i giorni 9,00 – 18,00).

Manifestazioni

- Antica sagra di Salionze – metà luglio.
- Festa del Nodo d’Amore – 3° martedì di giugno.
- Mercato dell’antiquariato – 4° domenica del mese.

Itinerario Urbano

Dal parcheggio in piazza San Rocco (fuori cartina) si raggiunge il Castello, eretto sul monte Ogheri. Il complesso si articola in tre parti (la corte sud, dove oggi si trova una villa privata, non è visitabile). Si accede alla corte nord (il cui recinto è datato al 1284), occupata dal mastio (rafforzato da Cansignorio), difesa da due torri e, sul vertice nord-est, da una torre semicircolare aperta alla gola, considerata preesistente all’intervento scaligero. La corte intermedia ed il recinto sud (piazza d’armi) sono da ricondurre alla costruzione del Serraglio, che collegava il Castello al fortilizio di Borghetto e che quindi proseguiva verso est per circa 16 chilometri (di quest’opera rimangono, in località Gherla, i ruderi del Castelletto). Dal Castello, scendendo attraverso i Giardini Comunali, si raggiunge il Ponte-diga Visconteo, un tempo munito da cortine murarie e da tre torrioni. In origine, forse era collegato da mura al Castello soprastante. Si prosegue quindi fino a Borghetto (è possibile raggiungerlo anche in auto, dal Castello, parcheggiando ad est del borgo), piccolo abitato sulla riva del Mincio, difeso da mura, in parte conservate. La costruzione del Fortilizio è probabilmente contemporanea alla edificazione del Serraglio, che qui terminava. Vi si accede attraversando la Porta settentrionale; dirigendosi verso il Mincio (riva destra), si può ammirare il Ponte-diga Visconteo, ancora imponente, anche se molto danneggiato.

Link utili

www.valeggio.com/comune/